Cronaca Parrocchiale
29.12.2011. Il presepe di quest'anno
Continuano in questi giorni le visite al presepe di quest'anno,  particolarmente originale.  Entrando  in chiesa madre,  è al posto consueto: subito a sinistra, sotto il primo arco della navata di S. Rocco.  Chi conosce Roma viene colpito dalla fedele riproduzione della facciata e della scalinata dell'Araceli, la chiesa tra l'altare della patria e il Campidoglio.   Perchè  nel presepe  è stata insierita proprio questa chiesa di Roma ?   Lo spiega il cartello posto accanto, che trascriviano integralmente:

L’imperatore Ottaviano Augusto aveva riunito e pacificato tutto l’impero romano. Si racconta che il senato di Roma, riconoscendo la grandezza di Ottaviano, voleva adorarlo come una divinità. L’imperatore interrogò la Sibilla se doveva accettare questi onori. Si trovavano entrambi sul Campidoglio. In quel momento apparve un cerchio d’oro intorno al sole e nel cerchio una giovane donna con un bambino in grembo. La Sibilla indicò questo segno e disse a Ottaviano: questo bambino è più grande di te: adoralo! Allora l’imperatore ordinò che su quella altura venisse costruito un tempio. Su quel punto oggi sorge la chiesa dell’Araceli e in essa viene onorato in modo particolare un’immagine di Gesù Bambino.

Storicamente, Gesù è nato a Betlemme proprio durante l’impero di Ottaviano Augusto. La Palestina di allora faceva parte dell’impero romano.

Anche il poeta Virgilio annunziò cose meravigliose in riferimento all’impero di Ottaviano Augusto:
Magnus ab integro saeculorum nascitur ordo.
Iam redit Virgo…
Iam nova progenies coelo demittitur ab alto
.
                               “Nasce di nuovo un grande ordine di secoli.
                                Già torna la Vergine…
                               Già la nuova progenie discende dall’alto del cielo”

                                                                             (Egloga IV, 5-7, Bucol. )

I cristiani hanno amato riferire questi versi proprio alla nascita di Gesù.

Nel presepe di quest’anno:

- la chiesa dell’Araceli, al centro di Roma,
tra l’Altare della patria e il Campidoglio

- la visione di Augusto

- la Sibilla (Michelangelo, cappella Sistina)

- la GROTTA della NATIVITA’
in cui si realizzano le profezie della Bibbia
e le intuizioni di alcuni spiriti del mondo pagano
Data: 29/12/2011
Fonte:
Copyright 2020 © Basilica di Santa Maria della Vittoria - S. Vito dei N. (BR)   |   Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni   |   Credits
Accessi Unici dal 13/03/2009: 24069
Indirizzo IP: 18.206.13.28Tempo di elaborazione della pagina: 0 secondi