Cronaca Parrocchiale
28.04.2013. Chiusura della Missione cittadina
Abbiamo già raccontato l’avvio della Missione, da giovedì 18 a domenica 21 aprile. Tutti gli altri giorni sono volati e ci siamo ritrovati, quasi senza accorgercene, alla conclusione. Ricordiamo in sintesi i momenti salienti da lunedì 22 a domenica 28 aprile. Mentre nelle mattinate e nel pomeriggio continuava la visita alle famiglie, porta a porta, e quella alle varie scuole, la sera del lunedì e del giovedì alle ore 20, si sono tenuti i “centri d’ascolto” animati dai missionari. Nella nostra parrocchia si sono tenuti presso la fam. Argentieri, in via Not. Ruggiero,46/A; Costanza Montanaro, in via Brindisi,21; Lucia Santoro, in via Mare,35; fam. Caramia, in via A.Volta, 77 ; fam. Ruggiero, in contrada Poggio Reale; fam. Chionna, in via F.Marchese, 4 e fam. Taddeo, in via A.Volta, 21 . Martedì 23 aprile nel nostro salone la vivace suor Margherita ha incontrato i genitori dei bambini di prima Comunione, mentre, in contemporanea, in chiesa padre Marco Bernardi parlava in modo avvincente a diverse coppie di sposi, di ogni età. Mercoledì 24 aprile, presso il cinema Melacca, con i posti al completo, c’è stata una serata di testimonianze molto toccanti: oltre i coniugi focolarini Giuseppe e Antonia Saponaro e la giovane Daniela, che ci ha parlato di una sua forte esperienza con il fidanzato, è intervenuto Franz Coriasco, amico di famiglia della beata Chiara Luce Badano, che a un certo punto ha telefonato ai genitori di Chiara Luce, facendoci sentire la loro voce e il loro saluto.

Giovedì 25 aprile, in contemporanea con i centri d’ascolto, si è tenuto un incontro cittadino con le confraternite, presso la chiesa vecchia, animato da padre Giuseppe Rosati. Venerdì 26 è iniziata la visita alle palestre e ad altri luoghi di aggregazione giovanile, mentre la sera alle 19 nelle singole parrocchie si è svolta la liturgia penitenziale: da noi i padri cappuccini hanno terminato di confessare intorno alle ore 22. Nella stessa sera, presso la chiesa di S.Giovanni, mons. Francesco Gioia ha voluto dare il suo contributo alla Missione parlando agli “uomini di cultura” sul tema “miseria e grandezza dell’uomo”, sviluppato in due parti, venerdì e sabato alle ore 20. Nella serata di sabato, presso il cinema Melacca, affollatissimo, i giovani missionari hanno offerto una suggestiva rappresentazione teatrale dal titolo “Il pastore ferito”. Nella notte del sabato, infine, dalle ore 23 alle due dopo la mezzanotte, è stata nuovamente proposta la “Luce nella notte”, particolare adorazione eucaristica che ha visto coinvolti molti giovani sanvitesi.

E siamo giunti così a domenica 28 aprile, giorno della conclusione. Nel cuore di tutti - e specialmente dei tanti collaboratori - c’era gioia e gratitudine, come è stato espresso da molti interventi nell’incontro di verifica tenutosi nel pomeriggio: è stato sottolineato giustamente come questa bella esperienza cittadina si deva al clima di armonia e unità fra i parroci del paese. Con questi sentimenti la Missione si è avviata al termine. Alle 18,30 è stata portata processionalmente in chiesa madre l’Immacolata del “Convento”, poi mons. Gioia ha presieduto la Messa finale, animata dai giovani di tutte le parrocchie: hanno partecipato numerosissime persone, che riempivano completamente anche il transetto e le navate laterali. Finita la Messa, tutti insieme abbiamo riaccompagnato l’Immacolata alla sua sede e lì, sul sagrato, l’arciprete e il sindaco hanno salutato i missionari in partenza, ringraziandoli molto per la loro presenza, mentre padre Luigi Ruggiero ha consegnato i cinque punti degli impegni per il “dopo Missione”. Infine, c’è stato un Atto di Affidamento, con il quale abbiamo messo nelle mani di Maria tutte le nostre preghiere e le nostre speranze.
 
Data: 01/05/2013
Fonte:
Copyright 2020 © Basilica di Santa Maria della Vittoria - S. Vito dei N. (BR)   |   Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni   |   Credits
Accessi Unici dal 13/03/2009: 24010
Indirizzo IP: 18.232.38.214Tempo di elaborazione della pagina: 0 secondi