Cronaca Parrocchiale
28.04.2016. 'Visitare i carcerati'
 “Visitare i carcerati” è una delle 7 opere di misericordia corporale. Però, concretamente non si sa come metterla in pratica. Per questo motivo abbiamo invitato il cappellano del carcere di Brindisi, don Nino Lanzilotto, e il coordinatore dei volontari, Tonino Bova.  L’incontro con questi “esperti” del mondo carcerario si è svolto nel nostro salone giovedì 28 aprile alle ore 20. C’erano numerosi adulti e alcuni giovani.  Il cappellano del carcere ha sensibilizzato all’attenzione verso questa realtà della nostra diocesi, che ha definito “una parrocchia invisibile”, cioè sconosciuta, dove attualmente ci sono 130 detenuti, un centinaio di guardie, e altro personale.  Tonino Bova, invece,  ci ha colpito con la sua testimonianza: padre di quattro figli, nonno di diversi nipoti, diacono permanente, da circa 20 anni, insieme ad altri,  si dedica al volontariato nel carcere di Brindisi. Da qualche storia che ci ha raccontato abbiamo capito il grande amore che mette in questo servizio.  Al termine, il cappellano ha consegnato a Maria Musa la lettera di un carcerato in risposta ai messaggi e ai disegni che i bambini del suo gruppo di catechismo hanno ai detenuti prima di Pasqua, come segno di vicinanza. 

Data: 30/04/2016
Fonte:
Copyright 2024 © Basilica di Santa Maria della Vittoria - S. Vito dei N. (BR)   |   Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni   |   Credits
Accessi Unici dal 13/03/2009: 8623
Indirizzo IP: 100.28.132.102Tempo di elaborazione della pagina: 0,0195 secondi